Oktagon - Home Page Oktagon - Home Page
IL PIÙ GRANDE SHOW MONDIALE DI KICKBOXING
 
     
 
 

MCGREGOR PRIGIONE

“MC GREGOR IN PRIGIONE!”

“MC GREGOR IN PRIGIONE!”

06 aprile 2018

La notizia del giorno non è purtroppo che in tutto il mondo gli sport da combattimento gli sport da combattimento celebrano i loro più grandi successi riempiendo i palazzetti di fans appassionati,  ma che un atleta di MMA, Conor MC Gregor, ha sfasciato il vetro del pullman di altri fighters tirando un carrello e ferendone 2…

Allora parliamone.

 

BASTA PIANGERSI ADDOSSO.

Per favore non iniziamo a piangere perché i media si occupano  dei nostri sport solo quando ci sono atleti coinvolti in crimini di vario genere o di episodi di violenza perché lo abbiamo già detto, e non è sempre vero ( vedi Oktagon ....) . 

Cert esiste una regola della comunicazione (e non ci si può fare nulla) .

Fa notizia (cioè la gente legge di più) ciò che è deviante dalle regole.

“Cane che morde postino” non è notizia, succede.

Ma “Postino morde cane!” è notizia!

Cioè il contrario di ciò che ci aspetta.

Un fighter conosce la violenza e la sa dominare.

La sublima nell’atto sportivo con regole chiare e condivise con cui si combatte per un risultato sportivo.

Il fighter che mena a casaccio in un bar è l’eccezione e purtroppo fa notizia.

Così per MC Gregor nell’atto di cercare la rissa contro i componenti del pullman di ritorno dalla  conferenza stampa di UFC.

 

I PRECEDENTI.

Basta però criminalizzare le MMA.

Ci siamo dimenticati del lancio del trofeo di Tomba ad un giornalista reo di averlo criticato. O del suo calcio al fotografo che lo importunava?

E Gascoigne e il suo calcio al pubblico?

E potrei continuare con sport apparentemente più pacifici del nostro.

Lasciamo stare lo sport che non ha nulla a che fare con le intemperanze del singolo.

Se domani un ping pongista violenta una vecchina non vuol dire che tutti i ping pongisti siano violentatori seriali di anziani….

 

E ALLORA?

La questione in realtà è più semplice.

Il successo è come la ricchezza quando arriva a chi era indigente.

Immaginate di ricevere una decina di milioni di euro all’improvviso.

Qualcosa vi cambia no?

Non parlo solo economicamente, ma psicologicamente, soprattutto se il vostro problema prima era come mettere insieme pranzo e cena e il vostro sport era il salto del pasto…qui si vede la forza psicologica di ognuno.

Sono stato vicino a grandi campioni, sono attualmente manager del più grande kickboxer al mondo, Giorgio Petrosyan, ed è per me un piacere ogni volta essere sorpreso dalla normalità di Giorgio.

Il vero amico di palestra o con cui vai in pizzeria (rigorosamente da Pino Malastrana, la sua pizzeria preferita…).

Mai una parola fuori posto, mai un alzata di capo fuori dalle righe così perfetto dentro e fuori dal ring da diventare poco mediatico se non fosse che le sue vittorie lo sono sempre.

Insomma questa storia di MC Gregor deve essere presa per quella che è : un fatto privato e personale dell’Irlandese più famoso e ahimè pazzo del mondo.

Ma quali saranno le conseguenze.

 

E QUINDI?

Ora UFC avrà  un risultato positivo nel breve: super vendite di biglietti e pay per view straordinaria, perché nell’immediato l’hype per l’evento e la curiosità morbosa per ciò che potrebbe ancora succedere è altissima e aiuterà la promozione di un evento che ora tutto il mondo conosce,  grazie al video di MC Gregor che sfonda il vetro del pullman.

Ma cosa succederà nel futuro?

Dana White si è lasciato scappare una frase che gli potrebbe costare nel futuro.

Ha dichiarato al giornalista che immaginava un ritorno di MC Gregor nella gabbia:

“Chi mai comprerebbe un biglietto e chi mai organizzerebbe un combattimento di MC Gregor?”.

No caro Dana…purtroppo proprio il suo essere deviato e pazzo garantisce a MC Gregor un seguito costante.

Probabilmente ci sarà più gente che lo vorrà vedere perdere di quanti lo vogliano vincitore , ma sempre acquirenti di biglietti e di pay per view sono. 

E passata la bufera di questi giorni (e pagate le debite ammende) UFC potrebbe trovarsi nella situazione di doverlo organizzare un match con lui prima che i nuovi arrivati nel mondo delle MMA, ONE Championship in Asia e ACB in Russia, ci pensino.

O magari Bellator stesso….

E vi garantisco che ne hanno i soldi per sostenere la spesa.

E se pure tutte le promotions del mondo decidessero di bannarlo dai loro show, sapete cosa succederebbe?

MC Gregor potrebbe fare la sua promotion e solo in Irlanda farebbe il pienone combattendo contro chiunque, senza nemmeno un grande nome di fronte.

Insomma proprio nel momento in cui UFC ha più bisogno di stars mondiali del livello di MC e Rhonda, si trovano a dover affrontare il problema se citarlo in giudizio o meno.

Come potrebbero poi continuare a lavorare insieme con un processo in corso?

Insomma tutti problemi che nessun promoter vorrebbe avere il giorno prima del proprio show.

 

IN ITALIA.

L’Italia dei media purtroppo reagirà come sempre: condanna delle MMA e conseguente demonizzazione di uno sport bellissimo e completo che deriva dal Pancrazio di Olimpica memoria ma che purtroppo non viene rispettato e riconosciuto come tale neppure dal CONI.

Mi aspetto già i soliti articoli…ma soprattutto alla mia prossima conferenza stampa martedì prossimo a Roma le solite domande sulla questione invece che sull’annuncio del più straordinario show che io abbia mai promosso.

 

Ma così è la vita e ci siamo abituati.

Sempre avanti seguendo il detto: “Male non fare, paura non avere.”.

 

Categoria: Oktagon - Notizie




TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI