FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI

FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI
Oktagon - Home Page Oktagon - Home Page
IL PIÙ GRANDE SHOW MONDIALE DI KICKBOXING

FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI
 
     
 
 

Mcgregor vs Mayweather

MAYWEATHER VS MCGREGOR: THE DAY AFTER.

MAYWEATHER VS MCGREGOR: THE DAY AFTER.

29 agosto 2017

Di Carlo Di Blasi

 

La lettura dei quotidiani sportivi il giorno dopo dell’incontro più chiacchierato di pugilato della storia, dai tempi di Inoki vs Cassius Clay, è davvero interessante.

Si capisce così la vera natura ed il sentimento che anima il giornalismo sportivo di ogni singolo quotidiano.

 

PARTIAMO DALLA PAGINA INTERA DELLA GAZZETTA.

Il titolo rende giustizia al match: “Ma quale farsa! Un match vero. Vince Maywheather. Onore a McGregor”.

Non c’è altro da dire. Il più equilibrato. Nel testo poi una serie di informazioni anche di colore che indicano come il giornalista Massimo Lopes Pegna fosse stato inviato lì davvero e non lo avesse commentato dalla comoda poltrona del proprio salotto.

Voto: 9+.

 

CORRIERE DELLO SPORT: 3/4 DI PAGINA.

Titolo: “Money suona McGregor e supera Marciano”.

Una nota importante il T Mobile Arena non era sold out ma “solo” 14.623 spettatori (poco più di Oktagon Torino 2016) e non 20.000, probabilmente per il costo dei biglietti.

Resta comunque il maggior incasso: oltre 80 milioni di dollari.

Ben più di “Money” vs Pacquiao.

Altra nota che scrive Roberto Zanini, evidentemente in loco, è il ritardo per problemi tecnici,  dovuti all’incredibile richiesta di pay per view.

Si dice che il precedente record di 4,6 milioni di paganti sarebbe stato superato…

Da parte mia commento che in Italia si è capito il problema viste le difficoltà a connettersi con il sito che lo trasmetteva in streaming.

Interessante anche la nota che Mayweather volesse scommettere su se stesso.

Non ha potuto farlo (nonostante fosse lecito) perché la cifra era troppo elevata (400.000 USD) e nessun bookmaker voleva accettarla.

Quindi si è dovuto accontentare di scommettere 87.000 USD (ma quanto ingordo è Money…?). voto 8.

 

CORRIERE DELLA SERA: SPAZIO UN QUARTINO.

Titolo: “Mayweather record nel match show. Ma non ripetiamolo più”.

Mi dispiace per Claudio Colombo, firma storica del corriere, e che stimo da sempre, ma questa volta ha toppato.

Primo perché mi punge vaghezza che non fosse stato inviato lì dal pezzo così scarno…

Sbaglia la borsa di Floyd e critica la validità del 50esimo match di Mayweather.

In sintesi per lui non è corretto conteggiare questo match per dire che Flyod abbia battuto il record di marciano…

Il finale poi…

Colombo si augura che i due mondi restino distanti, dimenticando quanti siano fans di entrambi gli stili che hanno apprezzato lo show ma soprattutto che, se si ama la boxe si possono amare anche le MMA.

Voto: 5.

 

TUTTO SPORT: SPAZIO MENO DI 3/4  DI PAGINA.

Bel titolo: “Contaminazione e provocazione a suon di dollari.”

E bellissimo occhiello: “Tanto business intorno a un match spurio. Ma anche aspetti da indagare con più profondità”.

Ottavio Daviddi scrive bene, nonostante ritenga il match spurio ammette che lo sport si evolve.

“il match ha mosso un miliardo e mezzo di USD” dice Daviddi.

"Bene!"Dico io: questo muoverà tanti praticanti di boxe ed MMA ad intraprendere la carriera di pro, e stimolerà i promoters di entrambe le discipline.

Daviddi poi ammette il fascino delle contaminazioni e fa un interessante parallelo con moto GP e Formula 1 ricordando quando si parlava di Valentino Rossi in F1 (e nessuno criticava…anzi).

Bello il finale: “difficile tirare una linea, capire cosa possa essere solo spettacolo e cosa invece crei nuove sfide per nuovi orizzonti. Fino a quando non vedremo un campione di tennis tavolo sfidare Federer restiamo a Mayweather vs Mcgregor…”

Voto: 8 +

 

REPUBBLICA: TITOLO “MAYWEATHER PIU’ DI MARCIANO”.

Compitino con risultato scontato per L.P, in un francobollo di testo.

Beh, nulla di nuovo per un quotidiano che a suo tempo criticò pesantemente le Olimpiadi e che notoriamente ci tratta da delinquenti.

Voto: N.C.

 

E ALLORA?

Quindi i giorni che seguono questo “big fight, o “big business” comunque lo si voglia vedere lascia grande voglia di fight rilanciando sia i prossimi match di boxe che quelli di MMA, e mettendo finalmente a nudo una verità unica che il mondo dei retrogradi o dei puristi non può negare.

Da oggi le MMA sono sdoganate come un “FATTO”.

Cioè se McGregor ha avuto accesso al ring più prestigioso contro il record man di boxe è stato perché è un atleta degno di questo nome che si è fatto in uno sport vero e non in una buffonata come il wrestling.

Arrogante e sbruffone si è guadagnato un posto a Las Vegas non per le sue battute, ma perché lo si è ritenuto, a buon merito, in grado di affrontare questo challenge, definito da molti impossibile, ma soprattutto perché univa due tipi di pubblico e questa è stata la chiave di volta.

Oggi le MMA sono oggettivamente sport, perché Mcgregor ha resistito bene e sono business perché trainano pubblico e sponsor.

 

E IN ITALIA?

Nel nostro paese la boxe è troppo debole come organizzazione per poter ambire a certi risultati di pubblico e sponsor ma non lo è la kickboxing.

Ecco quindi che la contaminazione avviene nell’unione di kickboxing ed MMA, sia nella formula di Oktagon Bellator, che nella formula di un kickboxer che entra nella gabbia o viceversa magari.

Vi immaginate Petrosyan vs McGregor nel ring?

Perché no.. magari forse, un giorno chi può dirlo?

Intanto prepariamoci alla formula ring + gabbia di Firenze a Oktagon Bellator che già è un “FATTO”.

 

Sayonara amici.

Carlo Di Blasi 

Categoria: Oktagon - Notizie




TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI