MONZA

SABATO
25 MAGGIO 2019

ACQUISTA BIGLIETTI

MONZA

SABATO
25 MAGGIO 2019

ACQUISTA BIGLIETTI
Oktagon - Home Page Oktagon - Home Page
IL PIÙ GRANDE SHOW MONDIALE DI KICKBOXING

MONZA

SABATO
25 MAGGIO 2019

ACQUISTA BIGLIETTI
 
     
 
 

Schermata 2019-02-21 alle 14.13.52-7737.jpg

LETTERA APERTA A FIKBMS.

LETTERA APERTA A FIKBMS.

21 febbraio 2019

Questa lettera avrei potuto scriverla per tutto il mondo degli SdC, ma dopo il discorso di ieri di Giorgio Petrosyan mi voglio rivolgere solo agli associati di Donato Milano, presidente di FIKBMS, perché sappiano i fatti in maniera dettagliata. 

Quella che allego è la lettera che Donato Milano, a nome di FIKBMS, ha inviato a polizia Municipale, Regione Lombardia e Comune di Monza per bloccare Petrosyanmania ed in particolare il mondiale di Giorgio Petrosyan, che vedrete sabato sera su Mediaset Italia 2 (canale 120 del Digitale terrestre). 

 

I FATTI

La lettera sostiene che l’evento non essendo inserito nel calendario FIKBMS ed essendo organizzato da società non affiliata a FIKBMS “NON SI ATTIENE AL REGOLAMENTO SANITARIO[…] AL REGOLAMENTO DEL CONI [….]” 

E termina così: “”AUGURANDOCI CHE POSSIATE INTERVENIRE[…]”

 

Questa lettera è stata inviata a Comune di Monza, Regione Lombardia e Commissariato di P.S. di Monza con l’evidente intenzione di provocare una reazione da parte delle istituzioni per bloccare la gara.

 

RISULTATO: ZERO.

Cioè né il Comune, né la Regione hanno fatto una piega, conoscendoci da oltre venti anni di gare in Lombardia e Brianza.

La polizia invece ha chiesto informazioni che abbiamo fornito con norme di legge in una risposta standard che abbiamo e che forniamo a tutti i nostri promoters che incappano in queste lettere fastidiose ma inutili. 

 

MA PERCHE’?

La domanda che si sono posti tutti è però la seguente: ma davvero volevano e credevano di bloccare la nostra gara e quelle seguenti?

Possono essere così ignari delle norme di legge che consentono la pratica sportiva di ogni disciplina tramite gli Enti di Promozione Sportiva?

Beh... Pare proprio di si.

 

Bene, è ora che si sappia che FIKBMS non può bloccare nessuno. 

Resta però, la gravità del gesto.

 

Ma vi rendete conte che la volontà era quella di far saltare un evento da centinaia di migliaia di Euro, mandare a casa 32 atleti classe A, di far scrivere ai giornalisti di noi non per un bellissimo evento, come è stato e hanno scritto, tra gli altri, Gazzetta dello Sport, Il Giorno e persino La Repubblica, ma per un flop legato a litigi da cortile….

 

PETROSYAN: PATRIMONIO DI TUTTI.

Amici della FIKBMS, ma vi rendete conto che il vostro presidente ha attaccato così il campione mondiale che tutto il mondo ci invidia, l’unico in grado di far scrivere e parlare media che non si occupano MAI di noi. 

Donato Milano voleva impedire la difesa del suo titolo ISKA solo perché Petrosyan non ha il tesserino della sua federazione!!! 

Ma i match di Petrosyan riempiono le palestre a tutti: FIKBMS compresi.

PERCHE’ PETROSYAN NON E’FIKBMS? 

Allora la domanda nasce spontanea : ma perché se FIKBMS è questo mondo meraviglioso, riconosciuto dal CONI, i fratelli Petrosyan , come Musta Haida e Martine Michieletto (per citare solo i più conosciuti) , non sono in FIKBMS?

Forse perché dei contributi del CONI a questi campioni non interessa, a loro interessa una seria carriera che Fight1 ad oggi garantisce ai migliori. 

 

Forse perché in Fight1 hanno trovato un ambiente in cui ci si confronta tra promoters e tra atleti in una gara ad eccellere e non a boicottare gli altri. 

 

E ORA?

Certo ora la situazione è ancora più tesa di prima. Ma non tra FIKBMS e Fight1, perché noi sappiamo distinguere e abbiamo ricevuto tante telefonate e messaggi di solidarietà da parte di promoters e maestri di FIKBMS, sconcertati da questa lettera vergognosa. 

Quindi ora la tensione è tra il mondo del ring e chi ha firmato la lettera. 

Oggi per assurdo si sono accorciate le distanze tra FIKBMS e Fight1 perché ora è chiaro a tutti chi vuole questa guerra tra federazioni e perché. 

Oggi è chiaro che nonostante i proclami che la concorrenza sarebbe finita Donato Milano non è riuscito in nulla di ciò che aveva promesso, a parte acquisire qualche mercenario. 

Ma FIGHT1, WTKA, WKAFL, WFC, Enti di Promozione sono tutti vivi e organizzano più e meglio di quanto Donato Milano faccia credere.

 

LA RAGIONE DI UN DISSIDIO. 

Più volte abbiamo spiegato le ragioni del nostro dissidio con Donato Milano. 

Nonostante il nostro sostegno alle elezioni che lo videro vincere la presidenza nazionale, Donato Milano proseguì nella causa contro Fight1 e me personalmente che invece aveva promesso di interrompere una volta eletto. 

Poi ci fu il divieto ai dilettanti di FIKBMS di partecipare al famoso K1 OPEN di Firenze .

Infine ci fu il colpo finale del presunto riconoscimento nello statuto di FIKBMS da parte della Federazione internazionale di Savate, riconoscimento notoriamente di competenza di FIGHT1. 

 

Allora come non possiamo non essere in stato di conflitto perenne con Donato Milano. 

Un presidente dovrebbe cercare gli accordi non dovrebbe alimentare i conflitti. 

 

CHE LO SPORT VINCA

Noi siamo diversi. 

Ci difendiamo in tribunale ma non scriviamo lettere contro nessun collega. 

Eppure avremmo potuto. 

Avremmo potuto quando atleti con età superiore al lecito hanno combattuto a contatto pieno, quando bambini di undici/ dodici anni hanno combattuto a contatto pieno, quando ad alcuni tornei il pubblico veniva fatto pagare senza biglietto SIAE, quando sponsor che nulla hanno a che fare con il nostro sport e con lo sport in generale sponsorizzano magicamente FIKBMS e così di seguito….

Mai noi abbiamo neppure pensato di denunciare i colleghi. 

Perché noi siamo gente di sport. 

Noi siamo ring e gabbia, sudore e sacrificio, entusiasmo e passione, come tanti di voi colleghi della FIKBMS. 

 

Ragionate ora e chiedete conto di tutto ciò ai vostri dirigenti perché questi sono i fatti: c’è un mondo di appassionati che lavora e c’è chi isolato nel suo piccolo ufficio di una città, che non lo conosce neppure, scrive preclami contro il nostro sport ed i nostri campioni. 

 

Noi non siamo nemici, siamo colleghi, pensateci quando vi parlano male di noi e vi vietano di partecipare alle nostre iniziative. 

 

Sayonara

Carlo Di Blasi. 

 

 

 

Categoria: Oktagon - Notizie



Documenti scaricabili




TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI