BELLATOR ROMA

SABATO
14 LUGLIO 2018

ACQUISTA BIGLIETTI

BELLATOR ROMA

SABATO
14 LUGLIO 2018

ACQUISTA BIGLIETTI
Oktagon - Home Page Oktagon - Home Page

BELLATOR ROMA

SABATO
14 LUGLIO 2018

ACQUISTA BIGLIETTI
 
     
 
 

Bellator Roma

BELLATOR ROMA : THE DAY AFTER.

BELLATOR ROMA : THE DAY AFTER.

18 luglio 2018

Di Carlo di Blasi

 

Il giorno dopo della organizzazione di un grande evento ci si sente svuotati…quasi ti sembra di

essere orfano di qualcosa. Poi parte l’analisi di ciò che è successo.

 

CENTRALE DEL TENNIS: LA GRANDE SCOMMESSA.

Organizzare a metà Luglio all’aperto, nel tempio dello sport romano un evento così importante è stata la vera grande scommessa della mia vita. Poteva piovere ( ma avevamo assicurazione LLoyds), la gente poteva rimanere al mare ( e invece sono venuti in ottomila) poteva perdere Petrosyan ( e invece ha stravinto) le palestre romane potevano non collaborare ( e invece hanno registrato prevendite record, meglio che ha Milano…) potevano esserci incidenti tra il pubblico, visto il pessimo servizio d’ordine  ( e invece l’educazione dei nostri fans è davvero proverbiale) insomma poteva essere il flop che invalidava il lavoro di una vita, perché, come mi hanno insegnato gli Americani, si è sempre valutati per l’ultimo show.

Ecco perché i loro programmi son sempre fatti dopo l’ultimo gala, mai prima. E invece tutto è andato benissimo.

Ma analizziamo i punti salienti che costituiscono il successo di questo evento.

 

IL PUBBLICO

Bello, bellissimo vedere affluire, lentamente ma inarrestabile, la massa dei 7986 spettatori, che sono giunti da ogni parte d’Italia per seguire l’evento dell’anno. Non era facile per tanti motivi, ma la chiave di volta sono state le palestre romane in primis, ma anche di tutta Italia. Il network di palestre di Fight1 ha funzionato ancora una volta, ma la vera sorpresa e’ stata la realtà romana.

 

ROMA COME AMSTERDAM.

Negli anni 80 e 90 Amsterdam era la città degli sdc con una concentrazione di palestre di settore tali da garantire il sold out di ogni evento, opponendo gli olandesi ad altri olandesi. Nascevano cosi le sfide Mejiro Gym ( con Rob Kaman, Andree Mannart ecc.) contro Chakuriki ( Peter Aert, Ballentine ecc.) oppure addirittura federazione contro federazione: Nederland Kickboxing Bond  ( Jean Plaas) contro Muay Thai Association ( Thom Harinck).

Bene ... questo schema potrebbe essere ripercorso a Roma perchè la sola card che coinvolgeva I Romani è valsa più di 3000 biglietti venduti con prezzi da 30 a 300 €....

Certo ci voleva il binomio Bellator – Fight1 , per realizzare questo miracolo ma fight 1ha i numeri e gli uomini per realizzare eventi così ,nel corso della prossima stagione, mettendo insieme sotto la sua bandiera, come ha già fatto, le forze migliori della regione.

 

LA CARD SPETTACOLARE

Spettacolare matchmaking. Ma non solo per il match clou Petrosyan vs Allazov , che comunque ha incoronato Giorgio primo monarca assoluto del ring e vera leggenda vivente di questo sport. La sorpresa è stata che tutti, a partire da uno dei match più belli per me Caputi Vs Totss, sono stati combattimenti che hanno fatto spettacolo. Vincitori e perdenti hanno davvero entusiasmato il pubblico.

 

L’ARENA PIU BELLA

Il centrale live e’ l’arena più bella per organizzare eventi. All’aperto cambia tutto. La luce cambia e con il crepuscolo anche l’atmosfera cambia. Quando poi cala la sera e si accendono le luci la magia del posto diventa da brividi.

COSA NON HA FUNZIONATO: Servizio d’ordine e bar.

Lo abbiamo letto ovunque sui social e vissuto in prima persona a Roma: il servizio d’ordine del centrale live non ha funzionato e nemmeno i bar. Ma mentre per il servizio d’ordine davvero non ce lo aspettavamo per i bar purtroppo è storia vecchia.

Succede sempre quando siamo per la prima volta in un palazzetto dello sport. Nessun gestore si aspetta i nostri numeri ed i panini finiscono alle h 21.00, l’acqua anche prima e sono costretti a correre a cercare in giro. Non parliamo poi del poco personale ai bar che creavano code imbarazzanti. Succede però anche all’estero: a Bellator Budapest la situazione bar fu anche peggiore perché il pubblico li’ beve circa 4 birre a testa nella serata…

Comunque nonostante i disservizi non ci sono stati incidenti tra il pubblico e l’incasso dei bar e’ stato da record. Dicono  più che agli internazionali del Tennis…

 

E QUINDI

Quindi il futuro è roseo perché il comune di Roma, dalle parole di Angelo Diario presidente commissione sport, ha promosso Il Colosseo per il prossimo show targato Fight1 e la notizia è rimbalzata su tutti i quotidiani nel mondo: da ‘’USA TODAY’’ in America a ‘’The Telegraph’’ in UK. Ma al di là di questo, Bellator Roma ha unito sotto la bandiera di Fight1 tutte le tribù del fighting che ancora mancavano all’appello ed ha dimostrato che Fight1 è in grado di organizzare ai massimi livelli dando luce agli atleti che vincano  o perdano. Se poi questi vorranno proseguire la loro carriera sanno già dove ciò è possibile e sarà loro scelta cosa fare.

Intanto Fight1 sta già programmando la sua prossima stagione e le nuove tappe italiane di Oktagon & C.

 

 

Categoria: Oktagon - Notizie




TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI