FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI

FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI
Oktagon - Home Page Oktagon - Home Page
IL PIÙ GRANDE SHOW MONDIALE DI KICKBOXING

FIRENZE

SABATO
9 DICEMBRE 2017

ACQUISTA BIGLIETTI
 
     
 
 

MONDIALI ISKA 2017

6 MEDAGLIE PER LA NAZIONALE FIGHT1 AI CAMPIONATI MONDIALI ISKA IN GRECIA

6 MEDAGLIE PER LA NAZIONALE FIGHT1 AI CAMPIONATI MONDIALI ISKA IN GRECIA

06 giugno 2017

di Gianmario Girasole

Un’ altra spedizione contornata dal successo per la nazionale FIGHT1 che ha ben figurato ai Campionati Mondiali ISKA di kickboxing che si sono svolti nei giorni scorsi in Grecia.

Il team FIGHT1, capitanato dai DTN Giorgio Iannelli, Massimo Caramiello e Gianmaria Leonardi, torna a casa con 3 ori conquistati da Ismale Bene e Alina Nita nel contatto pieno e Luca Maccarone nel k 1 light, 2 argenti per Giuseppe Ferrazzano e il cadetto Daniele Contaldo nel contatto leggero e 1 bronzo con Claudia Zoni nel K 1 light.

E’ un successo per il DTN Giorgio Iannelli (foto a destra con la campionessa mondiale Alina Nita) che ci ha riassunto i momenti salienti dei nostri atleti in Grecia “Due ori nel k-1 contatto pieno con Ismaele Bene che batte l’atleta inglese e il greco in finale. Secondo oro raggiunto da Alina Nita che regola in semifinale l’atleta danese e batte la campionessa australiana in carica. Oro nel k-1 light con Luca Maccarone che ha dimostrato il suo valore tecnico in finale. Sempre nella specialità di contatto leggero, sudato e meritato l‘argento di Giuseppe Ferrazzano che perdeva la finale con il bravissimo atleta tedesco. Per il k-1 tecnico classe cadetti arriva l’argento del promettente atleta Daniele Contaldo, sconfitto solo in finale dal forte e più esperto atleta ucraino. Bronzo nel k-1 light per Claudia Zoni, tradita dall’emozione in semifinale”

“Con gli altri atleti come è andata?”

“C’ è rammarico per Domenico Lomurno nella categoria 63 kg k-1 contatto pieno, che ha visto sfumare la vittoria a vantaggio dell’atleta ucraino, vincitore poi della categoria, da un verdetto che riteniamo ingiusto. Opaca la prova nei 75kg contatto pieno per Federico Spano che incontrava un atleta inglese, arrivato poi secondo, nettamente alla sua portata e sotto il suo standard anche Raffaele Vitaole, sempre nel contatto pieno, campione mondiale uscente, che per sue vicissitudini non si è presentato nella miglior forma perdendo nelle eliminatorie contro il fortissimo atleta ucraino, vincitore poi della categoria 91kg. Buona ma sfortunata la prova nel light contact dell’esordiente in azzurro Nicholas Lavezzo, che perdeva nelle eliminatorie contro uno scozzese con un verdetto anche in questo caso abbastanza dubbio”

“Archiviata questa trasferta, che ti ha visto ancora una volta protagonista con i ragazzi, hai qualcosa da aggiungere?”

“Vorrei ringraziare il nostro presidente Carlo Di Blasi e FIGHT1 per averci permesso questa ennesima trasferta, le società di appartenenza degli azzurri e i miei due colleghi e collaboratori per l’ efficace sinergia, l’ ottimo Max Caramiello e Gianmaria Leonardi.  A livello personale ho solo un pò di rammarico  per il mancato raggiungimento della 100esima medaglia in azzurro come DTN, nelle più importanti federazioni del mondo. Sarà per la prossima volta”

“Anche noi ne siamo convinti, non bisognerà aspettare molto per questo ennesimo traguardo di una carriera che parla da sola”

Categoria: Oktagon - Notizie




TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI